36. Fondi Pensione e benefici a dipendenti €/000 61.859

In migliaia di euro Al 31/12/2009 Al 31/12/2008 Variazione
Fondi pensione 2.510 2.562 (52)
Fondo trattamento di fine rapporto 59.349 61.598 (2.249)
Totale 61.859 64.160 (2.301)

I fondi pensione sono costituiti dai fondi per il personale accantonati dalle società estere e dal fondo indennità suppletiva di clientela, che rappresenta le indennità dovute agli agenti in caso di scioglimento del contratto di agenzia per fatti non imputabili agli stessi.

Gli utilizzi si riferiscono alla liquidazione di indennità già accantonate in esercizi precedenti mentre gli accantonamenti corrispondono alle indennità maturate nel periodo.

La movimentazione del fondo di trattamento di fine rapporto è la seguente:

  In migliaia di euro
Saldo al 31 dicembre 2008 61.598
Incremento 11.067
Interest cost 2.670
Actuarial gain (1.964)
Utilizzi (14.022)
Saldo al 31 dicembre 2009 59.349

Ipotesi economico – tecniche

Le valutazioni tecniche sono state effettuate sulla base delle ipotesi descritte dalla seguente tabella:

  • Tasso annuo tecnico di attualizazione 4,45%
  • Tasso annuo di inflazione 2,00%
  • Tasso annuo incremento TFR 3,00%

In merito al tasso di attualizzazione è stato preso come riferimento per la valutazione di detto parametro l’indice iBoxx Corporates AA con duration 7-10 al 31 dicembre 2009; tale infatti è la permanenza media residua dalla popolazione oggetto di valutazione.

Con riferimento al piano di incentivazione 2007-2009 deliberato dall’assemblea della Società in data 7 maggio 2007 e riservato ai dirigenti della Società o di società italiane e/o estere dalla stessa controllate ai sensi dell’art. 2359 c.c., nonché agli amministratori con deleghe nelle predette società controllate (“Piano 2007-2009”), si segnala che nel corso dell’esercizio sono state fatte due nuove assegnazioni di stock option:

  • in data 15 gennaio 2009, sono state assegnate n. 390.000 opzioni al prezzo di esercizio di Euro 1,2218. Alla data di assegnazione delle opzioni il prezzo di mercato degli strumenti finanziari sottostanti era di Euro 1,1569.;
  • in data 11 maggio 2009, sono state assegnate n. 250.000 opzioni al prezzo di esercizio di Euro 1,2237. Alla data di assegnazione delle opzioni il prezzo di mercato degli strumenti finanziari sottostanti era di Euro 1,2238.

In data 18 dicembre 2009, al fine di garantire una più efficiente gestione del Piano e conformemente agli obiettivi dello stesso, il Consiglio di Amministrazione, con il parere favorevole del Comitato per la Remunerazione, ha deliberato di procedere, con il consenso degli interessati (come consentito ai sensi del Regolamento del Piano), alla cancellazione delle Opzioni ancora in essere assegnate dall’Amministratore Delegato in data 13 giugno 2007 (pari a n. 5.950.000), nonché alla riassegnazione di parte delle Opzioni medesime. In particolare, si è proceduto alla assegnazione di n. 4.720.000 Opzioni al prezzo di esercizio di Euro 1,826. Alla data di assegnazione delle opzioni il prezzo di mercato degli strumenti finanziari sottostanti era di Euro 1,8818. Non sono state pertanto riassegnate Opzioni per un ammontare complessivo di 1.230.000. Nel corso dell’esercizio, sono inoltre decadute n. 730.000 Opzioni. Alla data del 31 dicembre 2009 risultano essere assegnati complessivamente n. 8.095.000 diritti di opzione per un corrispondente numero di azioni.
Si segnala altresì che successivamente alla chiusura dell’esercizio, in data 4 gennaio 2009, sono state assegnate ulteriori n. 500.000 opzioni al prezzo di esercizio di Euro 1,892.
Alla data di assegnazione delle opzioni il prezzo di mercato degli strumenti finanziari sottostanti era di Euro 2,004. A fine gennaio 2010 sono invece decaduti 75.000 diritti di opzione.
Come precedentemente indicato nel paragrafo sui principi di consolidamento, il costo per compensi, corrispondente al valore corrente delle opzioni che la società ha determinato con applicazione del modello di valutazione di Black-Scholes utilizzando la volatilità storica media del titolo della Società ed il tasso di interesse medio su finanziamenti con scadenza pari alla durata del contratto, è riconosciuto tra i costi del personale sulla base di un criterio a quote costanti lungo il periodo intercorrente tra la data di assegnazione e quella di maturazione, con contropartita riconosciuta direttamente a patrimonio netto.
La tabella seguente riporta, così come richiesto dalla normativa Consob, le opzioni assegnate ai componenti dell’organo di amministrazione, ai direttori generali e ai dirigenti con responsabilità strategiche:

    Opzioni detenute all’inizio dell’esercizio Opzioni assegnate nel corso dell’esercizio
  Carica ricoperta N. opzioni Prezzo medio di esercizio Scadenza media N. opzioni Prezzo medio di esercizio Scadenza media
Bandiera Daniele Direttore Generale Operations * 1.365.000 3,55 13/06/2012      
585.000 1,216 31/07/2013      
Pallottini Michele Direttore Generale Finance 1.365.000 3,55 13/06/2012      
750.000 1,216 31/07/2013      
      1.500.000 1,826 13/06/2012
Totale   4.065.000     1.500.000    

* Fino al 4 novembre 2009

(Segue)

Opzioni esercitate nel corso dell’esercizio Opzioni decadute nell’esercizio Opzioni detenute alla fine dell’esercizio
N. opzioni Prezzo medio di esercizio Scadenza media N. opzioni N. opzioni Prezzo medio di esercizio Scadenza media
      1.365.000      
      585.000      
      1.365.000      
        750.000 1,216 31/07/2013
        1.500.000 1,826 13/06/2012
      3.315.000 2.250.000