Il Gruppo Piaggio

La Business Unit 2 Ruote

Nel 2009 il Gruppo Piaggio ha commercializzato nel business 2 Ruote un totale di 410.300 unità (-12,8% rispetto al 2008), con un fatturato netto di 1.065,4 ML€ (- 9,8%) comprensivo di ricambi ed accessori, al netto del fatturato motori pari a 4,2 ML€. Il Gruppo Piaggio si è confermato anche nel 2009 leader del mercato scooter in Europa.Come evidenziato nei paragrafi precedenti nel 2009 l’andamento del Gruppo Piaggio è stato fortemente penalizzato dal calo della domanda del mercato italiano, del mercato europeo e di quello del Nord America.
La flessione ha riguardato sia il sottosegmento scooter che quello moto.
Molto lusinghieri sono invece i risultati conseguiti in Asia, dove, grazie principalmente al successo del nuovo stabili-mento Vespa in Vietnam le vendite ed il fatturato sono risultati in crescita rispettivamente del 61,8% e del 85,9%.


2009 2008
Variazione %
Variazione

Volumi Fatturato Volumi Fatturato




Sell in (unità/ ‘000) 
Sell in (unità/ ‘000) 





(ML€) (ML€) Volumi Fatturato Volumi Fatturato
Italia 142,2 373,6 149,2 395 -4,7% -5,4% -7,1 -21,5
Europa (Europa + Mea) 213 547,2 267,5 647 -20,4% -15,4% -54,5 -99,7
Asia Pacific 36,9 83,9 22,8 45,2 61,8% 85,9% 14,1 38,8
Americas 18,2 60,7 31 93,5 -41,2% -35,1% -12,8 -32,8
TOTALE 410,3 1065,4 470,5 1180,7 -12,8% -9,8% -60,2 -115,3

 






Scooter 369 758,1 405,7 794,9 -9,0% -4,6% -36,7 -36,8
Moto 41,3 158,2 62,6 210,2 -34,1% -24,7% -21,3 -52
Ricambi e Accessori
144,9
154,5
-6,2%
-9,5
Altro
4,2 2,3 21,2
-80,2% -2,3 -17
TOTALE 410,3 1065,4 470,5 1180,7 -12,8% -9,8% -60,2 -115,3

 

FATTURATO 2 RUOTE

FATTURATO 2 RUOTE

La gamma prodotti Due Ruote

Le gamme Piaggio, Vespa, Gilera, formate da una ampia serie di prodotti già rispondenti alla normativa Euro 3 sono in grado di rispondere alle esigenze di tutte le fasce di clientela presenti nel mercato dello scooter.

I due modelli più venduti nel 2009 sono Vespa LX (73mila le unità vendute) e Piaggio Liberty (45mila le unità vendute) seguiti al terzo posto da Vespa GTS (29mila unità), al quarto da Piaggio Beverly (26mila unità) ed al quinto da MP3 (quasi 24mila unità).

In ambito scooter la novità più importante nel 2009 per il Gruppo Piaggio è rappresentata da MP3 Ibrido, primo scooter al mondo dotato di doppia motorizzazione, elettrica e termica, che conferma la notevole attenzione del Gruppo Piaggio verso gli aspetti legati alla tutela dell’ambiente. Per supportare e introdurre sul mercato l’innovativo propulsore è stato scelto MP3 in qualità di veicolo tecnologicamente più avanzato dell’intera gamma.

Inoltre è molto importante sottolineare lo sforzo del Gruppo nel  rinnovamento dei propulsori: dal primo semestre 2009 la quasi  totalità delle motorizzazioni over 50 sono dotate di iniezione  elettronica in grado di garantire una migliore erogazione della potenza, una riduzione dei consumi e quindi una riduzione delle emissioni inquinanti.
È stato esteso ai veicoli più importanti del Gruppo il nuovo propulsore 300, che garantisce migliori prestazioni, ed è stato introdotto il motore 50 4 tempi 4 valvole su diversi modelli, elevando così i veicoli della gamma ad un livello premium nel panorama competitivo.
In particolare nel corso del 2009 il Brand Piaggio ha presentato la versione “Cruiser 300” del modello Carnaby condotazioni di serie improntate ad una maggiore ricchezza, grazie alle numerose cromature e all’attenzione per i particolari, andandosi ad inserire nel segmento “Ruota Alta”.
Nel segmento GT il Brand Piaggio ha rinnovato la propria offerta attraverso importanti modifiche al modello X7, con l’introduzione della motorizzazione 300 e dell’iniezione elettronica sulla versione 125.

Anche nel Brand Vespa si registra l’iniezione elettronica sulle versioni 125 e 150 della Vespa LX e, sempre sullo stesso modello, la  motorizzazione 4 tempi e 4 valvole su 50 di cilindrata.
Infine la versione sportiva GTS Super 300 della Vespa è stata estesa alla cilindrata 125cc.
Il Brand Scarabeo ha aumentato la sua competitività proponendo la versione “Special”, dotato di motore 300 e di numerosi contenuti in grado di rendere più sportivo il design del veicolo.
Inoltre Scarabeo è il primo scooter a proporre la doppia mappatura elettronica sulle cilindrate 125/150 in modo da adattare le prestazioni del veicolo alle esigenze del cliente.

Il 2009 per le moto Aprilia è stato l’anno di RSV4, il progetto più importante della storia recente del marchio Aprilia e quello che meglio ne rappresenta i valori di sportività, prestazioni, competizione e tecnologia. La nuova supersportiva è destinata a riportare il marchio ai vertici del motociclismo mondiale, sia in pista che nel mercato. Nel mese di maggio ci sono state le prime consegne della versione Factory, fedele replica della moto con cui Max Biaggi ha corso il mondiale SBK ottenendo risultati che hanno superato ogni aspettativa.
Ottobre ha segnato l’arrivo della versione R, destinata ad ampliare il bacino di utenza del progetto grazie alla maggiore accessibilità ottenuta senza rinunce rispetto alla più sofisticata versione Factory.
Nel primo semestre del 2009 sono state inoltre presentate le versioni più turistiche di Mana e Shiver, in grado di offrire maggiore versatilità e soddisfare al meglio le esigenze di mobilità a medio raggio, anche in coppia e con bagaglio.
Il secondo semestre ha visto il completamento della gamma off road con il lancio della MXV 4.5.
Il 2009 ha rappresentato il primo anno completo di Dorsoduro, che ha riscosso un ottimo gradimento risultando la moto più venduta nella gamma Aprilia con 3.500 unità vendute.

La rete distributiva emea

A livello EMEA il Gruppo Piaggio può contare a fine 2009 su oltre 13.400 operatori così suddivisi:

  • ca. 11.100 operatori nei mercati europei con una presenza commerciale diretta, tra cui oltre 2.500 in Italia e oltre 8.600 nei principali rimanenti mercati europei (Francia, Spagna, Germania, Uk, Benelux, Croazia e Grecia);
  • ca. 2.300 nei mercati gestiti attraverso importatori, di cui ca. il 50% in Europa, il 25% in Africa ed il rimanente 25% nel Middle East.

Oltre 1.200 di questi operatori (ca. il 10%) rappresentano e  distribuiscono in esclusiva Brand del Gruppo (ca. 500 sono mono brand di Gruppo e ca. 740 sono multi-brand di Gruppo, i rimanenti 12.100 sono di conseguenza  multifranchise).

Complessivamente le oltre 360.000 vendite al cliente finale in EMEA sono state sviluppate da oltre 17.500 punti vendita così ripartiti: ca. 4.400 in Italia, ca 10.500 in area Domestic Europe, ca. 300 tra Grecia e Croazia ed infine ca. 2.400 punti vendita sui mercati seguiti da Importatori.

Nel 2009 si è continuato nel percorso di razionalizzazione e  rafforzamento della rete di vendita del Gruppo secondo due direttrici strategiche:

  1. sfruttamento e capitalizzazione delle sinergie di Gruppo (secondo un modello distributivo ancora più orientato al cliente finale e  suddiviso in due aree: urban mobility e sport & passion)
  2. rafforzamento delle performance e della qualità della rete distributiva mediante le seguenti azioni prioritarie: miglioramento della copertura territoriale, delle performance commerciali e finanziarie dei dealer, sviluppo di servizi e strumenti gestionali a supporto.

La rete distributiva emeaDi conseguenza l’evoluzione della rete distributiva dei diversi brand del Gruppo è stata la seguente:

• la rete Piaggio Vespa Gilera è passata da 1.774 a 1.814 dealers (grazie soprattutto alle attività di miglioramento   di copertura del territorio nei mercati esteri di Domestic Europe)

• la rete Aprilia ha beneficiato di una importante attività di sinergie di Gruppo a livello distributivo (in particolare in Germania e Spagna), ed è passata da 757 a 892 dealer

• la rete Moto Guzzi ha iniziato il processo di razionalizzazione e di rafforzamento commerciale e finanziario passando da 357 a 275 dealer (in tutti i mercati EMEA)

• la rete Derbi infine ha iniziato a beneficiare delle attività di integrazione con la rete di Gruppo ed è passata da 335 a 376 dealer (con particolare focus in Italia e Grecia).

La Business Unit Veicoli Commerciali

 
     2009 
      2008 
Variazione % 
Variazione 
 
 Vol. Fatturato  Vol. Fatturato  
 
 
 
 
 Sell in
(unità/ ‘000) 
 
 Sell in
(unità/ ‘000) 
 
 
 
 
 
 
     (ML€)      (ML€)  Vol.  Fatturato  Vol.  Fatturato
India  
 
 
 
 
 
 
 
Veicoli 181,7 270 158,9 229 14,3% 17,9% 22,8 41
Ricambi e Accessori  
16,8  
14,9  
12,1%  
1,8
Totale India 181,7 286,8 158,9 244 14,3% 17,5% 22,8 42,8
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Europa  
 
 
 
 
 
 
 
Veicoli 15,7 114,3 19,2 124,5 -18,4% -8,2% -3,5 -10,2
Ricambi e Accessori  
20,4  
20,9  
-2,6%  
-0,5
Totale Europa 15,7 134,7 19,2 145,4 -18,4% -7,4% -3,5 -10,7
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TOTALE 197,4 421,5 178,1 389,4 10,8% 8,20% 19,3 32,1
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ape 178,8 268,6 158,8 238,5 12,6% 12,6% 20 30
Minivan 7,4 80,8 7,3 72,6 1,9% 11,3% 0,1 8,2
Quargo/Ape Truk 11,1 34,7 11,8 40,9 -5,5% -15,2% -0,6 -6,2
Microcars 0 0,2 0,1 1 -76,6% -81,4% -0,1 -0,8
Atv 0 0 0,1 0,4 -92,5% -92,9% -0,1 -0,4
Ricambi e Accessori  
37,1  
35,9  
3,60%  
1,3
TOTALE 197,4 421,5 178,1 389,4 10,8% 8,20% 19,3 32,1

 

FATTURATO VEICOLI COMMERCIALI

FATTURATO VEICOLI COMMERCIALI

La Divisione Veicoli Commerciali ha chiuso il 2009 con 197,4 mila unità vendute in crescita del 10,8% rispetto ai volumi del 2008, mentre il fatturato è passato da 389,4 ML€ nel 2008 a 421,5 ML€ nel 2009 con una variazione positiva dell’ 8,2%. Il fatturato generato in Europa è pari a 134,7 ML€ mentre l’India realizza 286,8 ML€.

Sul mercato europeo Piaggio si attesta su 15.660 unità. Il fatturato realizzato è passato da 145,4 ML€ nel 2008 a 134,7 ML€ nel 2009. La dinamica delle vendite di Porter è positiva, da 7.295 unità nel 2008 a 7.431 nel 2009 con una variazione dell’ 1,9% in un contesto di mercato Europeo in forte flessione. Nel segmento di riferimento dei cabinati la quota di Porter nei mercati di presenza cresce dal 3,7% nel 2008 al 6,1% nel 2009.

Per quanto riguarda le attività sulla gamma prodotto, il 2009 è stato contraddistinto dall’introduzione del nuovo Porter ad aprile, sia nella versione a benzina sia nella gamma Ecosolution caratterizzata da motorizzazioni eco-compatibili a basso impatto ambientale. A settembre 2009 si sono aggiunti il nuovo Porter Maxxi ed il Porter Electric Power 100% elettrico. Il nuovo Porter presenta nei confronti del suo predecessore una rinnovata estetica degli esterni, moderno stile e dotazioni negli interni, oltre a nuovi componenti e caratteristiche tecniche, tra cui l’EPS, Electric Power Steering, per un maggiore comfort di guida. A dicembre 2009 è stato inoltre introdotto nel mercato Ape Calessino Electric Lithium, il 3 ruote per trasporto persone con un gusto vintage ed una motorizzazione 100% elettrica.

Sul mercato indiano delle 3 ruote Piaggio Vehicles continua a  rafforzare il suo ruolo di player di riferimento e leader del mercato. Le vendite 3 ruote sono passate da 149.275 unità del 2008 a 171.654 del 2009 registrando una crescita del 15,0%. Analizzando in dettaglio il mercato, Piaggio Vehicles consolida il suo ruolo di market leader nel segmento trasporto merci (Cargo). Grazie in particolare al Piaggio Apé 501 e alle sue numerose possibilità di personalizzazione la market share di Piaggio Vehicles ha raggiunto il 55,9%.
Resta forte la market share anche nel segmento Passenger, con una quota del 37,3%. Crescono le vendite sul mercato del Veicolo Commerciale Leggero a 4 ruote. Apé Truk passa da 9.648 unità del 2008 a 10.069 unità nel corso del 2009.

Ricerca e sviluppo

Il Gruppo Piaggio svolge la proprie attività di ricerca e sviluppo di nuovi prodotti o di soluzioni tecnologicamente avanzate da applicare ai propri veicoli e motori negli insediamenti produttivi di Pontedera, Noale, Mandello del Lario, Barcellona, Baramati e Hanoi.
Anche nel 2009 il Gruppo Piaggio ha continuato la propria politica volta al presidio della leadership tecnologica nel settore, destinando all’attività di R&S risorse complessive per 70,0 ML€, di cui 46,6 ML€ capitalizzati nelle attività immateriali come costi di sviluppo.
Le attività di ricerca hanno riguardato in particolare nuovi veicoli e nuove motorizzazioni, soprattutto in chiave ecologica.

Progetti di Ricerca e Sviluppo

La Legge Finanziaria 2007 con l’art. 1, commi da 280 a 284 ha previsto la concessione di un credito d’imposta a sostegno delle imprese residenti che svolgono “attività di ricerca industriale e sviluppo precompetitivo”. L’agevolazione spetta in relazione ai costi sostenuti nei periodi di imposta 2007-2008-2009.
Nel corso del 2009 per mezzo della prenotazione delle risorse (c.d. “click day”) è stato possibile usufruire di un credito d’imposta nei limiti concessi dalla legge per le attività del periodo.

 
2009 
2008 
In milioni di euro Capitalizzato Spese Totale Capitalizzato Spese Totale
2Ruote 29,6 20,9 50,5 35,8 21,6 57,4
Veicoli Commerciali 17 2,5 19,5 13,6 2 15,6
Totale 46,6 23,4 70 49,4 23,6 73

Progetti di R&S finanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico (MSE)

Nel corso del 2009 Piaggio, nell’ambito del cosiddetto programma nazionale “Industria 2015”, in seguito al positivo esito della prevista preselezione, ha presentato nell’ambito del bando sul “Made in Italy” la domanda di finanziamento sul progetto “DE.TECH, DEsign cfd e  TECHnologie estetiche: piattaforma integrata per moto made in Italy” che prevede una spesa di oltre 7 milioni di euro nei siti di Pontedera e di Noale nel trienno 2010/12 e che vede Piaggio capofila
di 10 partner industriali e universitari.
Di rilievo l’erogazione di 926 mila euro a fondo perduto ricevuta a fronte delle spese sostenute nel 2005/2006 per il progetto “Maxi scooter innovativo ad elevate prestazioni destinate ad un mercato globale”, erogazione effettuata dopo un’attesa pluriennale per carenza disponibilità di fondi da parte del Dicastero.

Progetti R&S finanziati dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR)

È in corso il progetto Mid2R sui sistemi di iniezione dei motori tradizionali e a metano (6 milioni di euro di spese ammesse). Nel corso del 2009 sono stati realizzati i primi prototipi di veicoli con alimentazione bifuel e il primo motore a iniezione diretta 4tempi.
Nel corso del 2009 il progetto Eureka One si è avviato verso la  conclusione delle attività tecniche in linea con quanto previsto a capitolato (definizione di due motorizzazioni pluricilindriche ad alte prestazioni e basso impatto ambientale); contestualmente sono state effettuate le attività di relativa rendicontazione e nel mese di febbraio 2009 è pervenuta l’erogazione relativa al primo Stato Avanzamento Lavori pari a euro 529 mila a fondo perduto, oltre che € 1.146 di finanziamento.
Durante il 2009 si sono concluse le attività relative al progetto “6030” riguardante le ciclistiche, con la rendicontazione delle attività svolte negli anni 2006 e 2007 e la relativa erogazione dei contributi decretati ( 563 mila euro a fondo perduto e 2.976 quale finanziamento agevolato).
E’ stata, inoltre, presentata con esito favorevole la domanda relativa al progetto “Mo.Bi.” su bando della Regione Veneto per lo studio di motoveicoli a trazione ibrida.

Progetti Europei di R&S

Nel 2009 sono proseguiti gli impegni di Piaggio nelle attività dei Progetti Europei finanziati nell’ambito del 6° e 7° Programma Quadro e relativi al miglioramento della sicurezza su strada per i motociclisti. A questi si è aggiunto il progetto VERITAS relativo alla realizzazione di strumenti di progettazione orientata ad utenti anziani e disabili.

Sono tuttora in corso o si sono conclusi nel 2009 alcuni importanti progetti tra cui si segnalano:

  • Il progetto integrato APROSYS che ha come obiettivo lo studio e lo sviluppo di sistemi avanzati di sicurezza passiva per veicoli terrestri (auto, motocicli, veicoli pesanti).Il risultato principale del sottoprogetto Aprosys - SP4 “Motorcycle Accidents” è stato lo studio del sistema di attivazione di dispositivi di sicurezza passiva per motocicli (quali airbag e dispositivi indossabili) attraverso simulazioni e prove sperimentali di crash tra auto e motociclo.Il progetto si è concluso con successo a marzo 2009.
  •  Il progetto Safespot (di tipo “Integrated Project”) volto allo studio della comunicazione fra i vari veicoli presenti sulle strade e le infrastrutture, allo scopo di aumentare il livello di sicurezza degli utenti stradali, informandoli preventivamente sui rischi e sui pericoli presenti sul loro cammino. Nel corso del secondo anno di attività è stata definita l’architettura hardware e software dei veicoli da utilizzare nei test funzionali, previsti nella seconda metà del 2009. Il progetto, data la sua vastità, ha ottenuto una proroga e terminerà nei primi mesi del 2010.
  •  ll progetto SIM “Safety In Motion” di cui Piaggio è stato capofila, si è concluso brillantemente nel novembre 2009 con il “Final Event” che si è tenuto presso il Museo della Fondazione Piaggio. In quell’evento sono stati mostrati pubblicamente i risultati raggiunti da Piaggio e dai partners coordinati nel campo della Sicurezza Attiva, Passiva e Preventiva, concretizzati in un prototipo funzionante equipaggiato con sistema di frenatura avanzata (ABS a tre canali), sospensioni  semiattive ed un sistema combinato di sicurezza passiva (airbag frontale e giacchetto gonfiabile) ed interfaccia Uomo-Macchina  innovativa.
  •  Il progetto Saferider, iniziato a gennaio 2008 nell’ambito del 7° Programma Quadro, riguarda gli studi per il miglioramento della Interfaccia Uomo-Veicolo (HMI) che tengano conto delle richieste di mercato (principalmente legate a caratteristiche di Infotainment quali GPS, mp3, telefonia cellulare, interfono…) e esigenze di sicurezza (e-safety ovvero sistemi di ausilio alla guida); il progetto è ancora in corso.
  •  Il progetto eSUM, approvato dal Direttorato Generale per l’Energia e i Trasporti della Commissione Europea. In tale progetto Piaggio  collabora con le municipalità delle maggiori città europee (Roma, Parigi, Londra, Atene, Barcellona) in attività dimostrative di risultati conseguiti in altri progetti in ambito sicurezza e mobilità urbana sostenibile (prototipi del progetto SIM e veicoli ibridi). Il progetto è in corso e proseguirà per tutto il 2010.
  •  Il progetto VERITAS nel quale Piaggio mira all’integrazione nel proprio ambiente di progettazione di strumenti virtuali per l’analisi ergonomica realizzando un modello matematico di manichino che rappresenti sia l’utente tipico normodotato che le persone anziane e disabili. Il progetto è stato approvato nel 2009 e inizierà nel gennaio 2010 per una durata di 3 anni.

Produzione

Stabilimenti di Pontedera

Stabilimenti 2 Ruote

All’interno dei processi tecnologici delle lavorazioni acciaio è stata avviata l’industrializzazione del nuovo albero integrale per il motore Dorsoduro 1.200cc e sono stati effettuati interventi con inserimento di nuove isole di rettifica per linee alberi motore e per assi a camme.
Nell’ambito dei processi di montaggio motore è stata avviata  l’industrializzazione del motore per Dorsoduro 1.200cc con la prima avanserie.
Sono stati ultimati gli attrezzamenti per la produzione di serie del nuovo motore IBRIDO e dei veicoli MP3 Hybrid.
Sono stati avviati lavori di re-layout delle attrezzature per la saldatura di Vespa in officina 9, con la sostituzione di un robot usurato.
Sono stati inoltre completati importanti interventi straordinari di  manutenzione alla cabina elettrica centrale di stabilimento.

Stabilimento Veicoli Commerciali

Sono stati avviati e sono in via di completamento gli attrezzamenti necessari per la produzione del Porter con nuove motorizzazioni benzina multiTEC 1.300cc e Diesel BTC 1.200cc.

Stabilimento di Scorzè

Sono stati avviati gli attrezzamenti per l’entrata in serie della moto DORSODURO 1.200cc.

Stabilimento di Mandello Del Lario

Sono stati avviati i primi lavori di ristrutturazione relativi alla seconda fase del progetto ARROCCO, ed è stata appaltata la fase progettuale di riqualificazione dell’intera seconda fase.

Stabilimento di Baramati

Sono state ultimate tutte le opere edili e impiantistiche necessarie per la produzione dei motori LEADER 125cc e DIESEL 1.200cc BTC. E’ stato avviato il processo di delibera a produrre dei motori LEADER.

Stabilimento di Hanoi

L’impianto produttivo ha prodotto i primi 25.000 veicoli VESPA con i processi interni di saldatura, cataforesi lamiera, verniciatura scocca e plastiche, laboratori e controllo qualità, magazzini, montaggio e collaudo.

Progetto WCM

È proseguita l’attività con l’incremento dei cantieri di lavoro Word Class Manufacturing - ad oggi sono stati aperti 39 cantieri - nelle quattro famiglie: L-Logistic, LM-Lean Manufacturing, PQ-Production Quality, S-Safety; di questi 17 sono stati chiusi. I cantieri sono trasversali a tutti gli stabilimenti produttivi e consentono un miglioramento continuo su tutte le aree indicate, con l’oggettivazione dei risultati conseguiti.

Certificazione Ambientale e di Sicurezza sul Lavoro

Nel mese di aprile è stato effettuato un checkup a cura dell’ente di controllo DNV sui processi di certificazione ambientale ISO 14001:2004 e di sicurezza sul lavoro BS OHSAS 18001:2007.

Le attività di verifica, con controllo in dettaglio sui siti di Pontedera, Noale e Scorzè, hanno avuto esito positivo.